Suggerimento Per La Costruzione

Lastre per pavimentazione in calcestruzzo: lastre per lastricati, 500x500x50 e 300x300x30, grigie e altri colori, lastre in cemento armato, lisce e altre

Contenuto

  1. Peculiarità
  2. Come sono fatte le lastre?
  3. Descrizione della specie
  4. Denominazioni e dimensioni
  5. Regole di installazione

La progettazione di marciapiedi, trame di case viene solitamente eseguita con l'uso di lastre di cemento di alta qualità. È importante che non siano solo esteticamente gradevoli, ma anche durevoli, con una lunga durata.

Esistono tecnologie speciali che consentono di produrre piastrelle secondo determinati standard e con un'etichettatura appropriata.

Peculiarità

Le lastre per pavimentazione in calcestruzzo possono essere viste letteralmente ovunque, poiché sono pratiche e completano facilmente il design del paesaggio. Spesso è possibile trovare percorsi in cortili e interi territori adiacenti, disposti in blocchi ordinati. È conveniente organizzare ingressi agli edifici, percorsi per pedoni e ciclisti, marciapiedi utilizzando lastre di cemento.

Per le strade, molto spesso con l'ausilio di elementi in cemento, vengono coperti attraversamenti pedonali (sotterranei e interrati), fermate dei mezzi pubblici, percorsi nei parcheggi, piazze. MA

instagram story viewer
anche piastrelle da marciapiede con rivestimento antiscivolo si possono trovare nei parchi giochi per bambini e multicolori, con forme insolite - nell'arredamento di aiuole e aiuole.

L'uso così diffuso di questo tipo di materiale di finitura è dovuto ai suoi vantaggi:

  • basso costo, che rende la piastrella disponibile a molti consumatori;

  • la facilità di installazione consente, se lo si desidera, di eseguire tutto il lavoro da soli;

  • la resistenza all'usura garantisce una lunga durata dei prodotti;

  • buona resistenza all'acqua;

  • se necessario, le riparazioni possono essere eseguite in modo frammentario;

  • resistenza alle temperature estreme;

  • aspetto estetico;

  • varietà di dimensioni, forma e colore.

Per molti climi, un punto importante a favore delle piastrelle in cemento è la facile manutenzione in caso di piogge frequenti. È sufficiente organizzare il flusso d'acqua lungo gli spazi tra le giunture nei blocchi in modo che possa essere assorbito nel terreno. I moderni prodotti in calcestruzzo per la finitura superficiale sono prodotti solo in conformità con i GOST specificati. Di solito, per la produzione viene utilizzato calcestruzzo pesante o a grana fine in più strati. In questo caso, lo spessore dello strato superiore è superiore a 2 millimetri.

Secondo gli standard, l'assorbimento di umidità non deve superare il 6% e la forza non deve superare i 3 MPa. Per quanto riguarda l'usura, non supera 0,7 grammi per centimetro quadrato. Si presume inoltre che la piastrella possa resistere facilmente a più di 200 fasi di congelamento e scongelamento.

Se lo spessore della piastrella lo consente, non viene rinforzato. Con il filo sotto forma di rinforzo, vengono prodotti prodotti con uno spessore di 7,5 cm o più.

Gli elementi vengono sollevati e trasportati mediante anelli di montaggio con un diametro di 6 mm.

Come sono fatte le lastre?

La produzione di piastrelle in cemento viene eseguita in diversi modi.

  • Colata a vibrazione implica che la piastrella sia ottenuta per colata in appositi stampi. Di conseguenza, il materiale avrà una superficie liscia. Tuttavia, in questo caso, il prodotto risultante sarà meno durevole e la resistenza alle basse temperature diminuirà. Ciò riduce la durata di servizio a circa 10 anni.

  • Vibrocompressione effettuata anche con l'ausilio della stampa. Le piastrelle realizzate con questo metodo sono caratterizzate dalla resistenza alle fluttuazioni di temperatura. Inoltre tollerano meglio i danni meccanici. Pertanto, le piastrelle ottenute per vibrocompressione possono durare 25 anni o più.

Per capire meglio cos'è una piastrella di cemento, dovresti familiarizzare in modo più dettagliato con il processo per ottenerla. La produzione di elementi in calcestruzzo avviene solitamente su una tavola vibrante. Questo ti permette di dare forza al materiale di base. Naturalmente, oltre al cemento e al tavolo, avrai bisogno di additivi per conferire ai prodotti proprietà impermeabilizzanti, pigmenti coloranti e forme speciali.

I pezzi sono installati sulla tavola vibrante, che è pre-lubrificata con olio. Ciò è necessario per rendere più facile l'ottenimento di lastre di cemento già pronte. Il composto viene versato in ogni stampo. Dopo aver superato il processo di fusione a vibrazione, i pezzi vengono rimossi dal tavolo e trasferiti sugli scaffali.

Qui sono ricoperti di polietilene e lasciati per diversi giorni (non più di 3).

Tuttavia, il calcestruzzo si indurirà completamente solo dopo 21 giorni.

I prodotti in calcestruzzo vengono rimossi dagli stampi utilizzando un dispositivo che assomiglia a un martello. Tuttavia, è importante applicare colpi leggeri in modo che le crepe non attraversino la lastra. In caso contrario, diventerà inadatto all'uso. Certo, è meglio usare stampi in plastica, che manterranno sicuramente intatto il cemento una volta rimosso.

Dopodiché, i piatti hanno bisogno di un altro paio di giorni per sdraiarsi. Ciò è dovuto al fatto che il calcestruzzo ha la capacità di espandersi. Se è necessario rendere le piastre il più resistenti possibile, è possibile aggiungere elementi metallici alle forme come rinforzo. Per alcuni tipi di lastre vengono persino utilizzati telai speciali di maggiore resistenza.

Descrizione della specie

Le lastre di cemento possono essere suddivise in due tipi principali: marciapiede e strada.

  • I marciapiedi sono utilizzati per decorare percorsi pedonali e altri luoghi con carichi leggeri.

  • Il cemento armato stradale è applicabile quando si bloccano strade, parcheggi, ingressi. Di solito tali piastrelle sono rinforzate per il rinforzo. Di conseguenza, possono essere utilizzati dove passano enormi attrezzature pesanti.

Molto spesso, la lastra stradale è grigia, poiché non è necessaria l'estetica del colore per essa. Per quanto riguarda i blocchi del marciapiede, il loro colore può essere molto diverso, a seconda del colorante aggiunto durante la produzione.

Sulla superficie superiore le lastre possono essere sia lisce che ruvide.

Per modulo

La forma delle piastrelle è classificata secondo gli standard e contrassegnata di conseguenza.

  • Quelli rettangolari sono realizzati sotto forma di un classico rettangolo e sono designati dalla lettera "P".

  • Il quadrato, come suggerisce il nome, ha tutte le proprietà di un quadrato. La lettera "K" è stata scelta per la loro marcatura.

  • Quelli esagonali sono solitamente contrassegnati con la lettera "W".

  • Quelli ricci possono avere un aspetto intricato. Puoi riconoscerli dall'indicatore "F".

  • L'inquadratura è facile da identificare dalla designazione "O".

  • Gli elementi stradali decorativi sono etichettati un po' più complicati: tre lettere "EDD" contemporaneamente.

Vale la pena notare che esiste un tipo separato di copertura progettato per i luoghi utilizzati da persone con disabilità visive.

Tali lastre sono convesse e presentano elementi sporgenti grezzi che il pedone può sentire con i piedi. È meglio scegliere in anticipo la forma di copertura, tenendo conto del carico futuro su di essa.

E c'è anche una divisione non detta delle lastre per pavimentazione in forma, comprensibile a produttori e acquirenti. Tra questi, i più diffusi sono i tipi come le pietre per lastricati (mattoni), l'onda, il nido d'ape, il trifoglio, la bobina, le squame, il fiore, la ragnatela, il vello e altri.

Su appuntamento

Le lastre possono essere suddivise in due classi:

  • per pavimentazione temporanea è designato "2P";

  • per il manto stradale permanente è contrassegnato come "1P".

Questi tipi hanno diversi metodi di fissaggio e composizione.

Denominazioni e dimensioni

Le lastre di cemento per strade di solito variano in lunghezza da 3 a 6 metri e in larghezza da 1,2 a 2 metri. Per quanto riguarda la loro altezza, varia da 14 a 22 centimetri.

Le lastre per marciapiedi sono disponibili in un'ampia varietà di formati. Ad esempio, i blocchi sotto forma di quadrati possono avere parametri di 100 per 100 mm o 20 per 20 cm, ma l'opzione più comune è 50x50 cm. Per quanto riguarda lo spessore, dipende interamente da cosa verrà utilizzato il rivestimento. Ad esempio, per le normali esigenze pedonali vengono utilizzate lastre con un'altezza di 40-60 mm. Se è necessario sopportare un carico maggiore, è meglio scegliere blocchi con uno spessore di 70 mm o più.

Se procediamo dall'alto, per i percorsi del parco e del giardino sono sufficienti lastre di 100x200x30 mm, per zone pedonali o per marciapiedi - 300x300x40 mm. Le autostrade, soprattutto se non solo le auto, ma anche i veicoli merci si muovono lungo di esse, possono essere coperte con blocchi con parametri come 500x500x50, 500x500x70 e persino 300x300x50 mm.

Naturalmente, per luoghi con un carico elevato, le piastre rinforzate con parametri 1000x1000 mm e un'altezza di 100 mm saranno la soluzione ideale.

Va tenuto presente che un parametro come l'altezza della lastra influisce anche sul metodo di installazione. Così, per piastrelle con uno spessore di 30 mm o meno, è necessario pre-riempire con calcestruzzo.

Il peso dei blocchi dipende dalla loro dimensione e forma. Ad esempio, la massa di una piastrella a forma di otto con una dimensione di 400x400 mm peserà poco più di 18 kg e un quadrato di 500x500 mm peserà 34 kg. Una tartaruga più leggera è con parametri 300x300x30 mm - 6 kg.

I marchi consentono di distinguere tra un'enorme varietà di lastre per pavimentazione in calcestruzzo. Le designazioni includono lettere e numeri, che di solito sono scritti con un punto. Il primo numero nella marcatura indica il numero della dimensione standard, la lettera indica il tipo di prodotto e il secondo indica l'altezza del blocco, misurata in centimetri. Ad esempio, possiamo considerare come si forma la designazione di una lastra quadrata con parametri 375 per 375 mm e un'altezza di 7 cm. Quindi, il primo sarà il numero 4, seguito dalla lettera "K", quindi il numero 7 - di conseguenza, si ottiene un marcatore del modulo "4". A. 7».

Regole di installazione

La corretta posa in opera delle lastre per pavimentazione garantisce un funzionamento duraturo e piacevole del rivestimento. I blocchi vengono posati su basi diverse a seconda del carico sulla superficie. Ad esempio, per i percorsi pedonali, è sufficiente creare un cuscino di sabbia. Se il rivestimento verrà utilizzato anche per il trasporto, non si può fare a meno della malta cementizia.

Le piastrelle possono essere posate in vari modelli. I più popolari tra questi sono la spina di pesce, il vimini, il semicerchio, il mattone, i pali. L'installazione consiste in alcune fasi.

  • Il sito è segnalato con sentieri e marciapiedi.

  • Lo strato superiore di terreno che misura 150 mm viene rimosso.

  • Il terreno aperto viene accuratamente compattato.

  • Successivamente, è necessario formare delle scanalature per il drenaggio dell'acqua e riempirle con 5 cm di sabbia.

  • Ora devi creare un cuscino di sabbia bagnata, pietrisco e cemento alto 100 mm. Deve essere schiacciato con un martello di gomma o una piastra vibrante.

  • Quando la base è pronta, le piastrelle vengono posate a una distanza di almeno 3-5 mm l'una dall'altra. Le cuciture risultanti possono essere riparate con lo stesso composto da cui è stato realizzato il cuscino.

  • La fase finale è la pulizia della tela con acqua, che viene diretta lungo le fessure.

Durante l'installazione, va tenuto presente che alcuni elementi in calcestruzzo dovranno essere tagliati per livellare la muratura.

Pertanto, è consigliabile acquistare tessere con un margine. Un minor consumo di blocchi si può ottenere se la posa viene eseguita in modi più economici, ad esempio rettilinei, anziché diagonali.

È vietato l'uso di qualsiasi materiale senza il nostro previo consenso scritto.

Instagram viewer