Suggerimenti Utili

Come funzionano i trasformatori di saldatura?

/

Industria »Ingegneria elettrica» Saldatrici »Trasformatore di saldatura

La saldatura AC viene eseguita da un trasformatore di saldatura step-down. Il principio di funzionamento del trasformatore di saldatura è determinato principalmente dal funzionamento del trasformatore step-down e dalle condizioni per fornire condizioni per la penetrazione delle parti saldate. Se il trasformatore step-down crea la tensione necessaria per la saldatura, il resto dei dispositivi aggiuntivi offre alta qualità e stabilità combustione dell'arco di saldatura tra l'elettrodo e le parti saldate, fornendo penetrazione e collegamento del metallo di saldatura dell'elettrodo con il metallo di base dettagli.

Il principio di funzionamento di un trasformatore di saldatura è ridurre la tensione nella rete 220 / 380v al valore inattivo del trasformatore in grado di supportare la tensione di funzionamento dell'arco di combustione. In genere, la velocità al minimo è di 60-80 v.

Quando si verifica un arco, la tensione scende a un valore operativo, che dipende dal valore impostato della corrente di saldatura. L'entità della corrente di saldatura varia e dipende dalle condizioni di saldatura e dal diametro dell'elettrodo utilizzato. La velocità di saldatura dipende direttamente dal valore corrente, t.

instagram story viewer

e. quantità di metallo depositato per unità di tempo. Pertanto, per essere in grado di regolare la corrente, viene utilizzato un dispositivo di regolazione, molto spesso uno starter.

Il suo scopo è doppio. Avendo un'elevata resistenza induttiva, crea una caratteristica di caduta di corrente-tensione del dispositivo di saldatura, che è un prerequisito per la saldatura. Il principio di funzionamento del trasformatore di saldatura è direttamente correlato al funzionamento dell'induttore.

Con un aumento del traferro nel circuito magnetico dell'induttore, la corrente di saldatura aumenta. Il traferro viene modificato spostando la vite di regolazione con un comando manuale. L'impugnatura di controllo è visualizzata sul coperchio superiore del corpo dell'unità.

La stabilità della combustione dell'arco di saldatura dipende in larga misura dalla scorrevolezza della tensione di alimentazione.

Sbalzi di tensione all'ingresso del trasformatore contribuiscono alla rottura dell'arco di saldatura. Il livellamento parziale dei salti è facilitato dal funzionamento del regolatore. Alcuni modelli di trasformatori di saldatura utilizzano un grande condensatore come filtro all'ingresso del trasformatore.

I moderni dispositivi di saldatura sono progettati per una tensione di alimentazione monofase e trifase di 220 e 380 V, ma Il principio di funzionamento del trasformatore di saldatura non dipende dal numero di fasi o dall'entità della tensione di alimentazione. Le differenze sono nel design e nella forma dei nuclei magnetici del trasformatore e della sezione trasversale dei fili degli avvolgimenti.

Leggi anche

Un trasformatore di saldatura è un'apparecchiatura utilizzata per la saldatura ad arco manuale e altri tipi di saldatura. A seconda del modello, delle caratteristiche tecniche, ci sono varietà domestiche e industriali. Un raddrizzatore o trasformatore di saldatura converte l'elettricità di rete nel valore richiesto.

L'apparato comprende diversi componenti principali. La loro azione combinata forma un arco elettrico. Lei scioglie il metallo, collegando le parti con una saldatura.

contenuto

  • 1 disegno
  • 2 Principio di funzionamento
  • 3 Elementi composti
  • 4 Nodi aggiuntivi
  • 5 specie
  • 6 Tipi di costruzione
  • 7 al minimo
  • 8 Cosa cercare quando si sceglie?
  • 9 Possibili malfunzionamenti
  • 10 Trasformatore di saldatura
  • 11 Per un funzionamento più silenzioso della piastra centrale, è importante serrarla più forte. Una connessione debole porta a vibrazioni dei componenti a causa del passaggio di corrente alternata con una frequenza di 50 Hz. Ma anche un serraggio stretto non elimina tutto il rumore, quindi qualsiasi calcolo del trasformatore di saldatura implica un ronzio, che viene ascoltato nel video sul suo lavoro.
  • 12 Il principio di funzionamento del trasformatore di saldatura
  • 13 al minimo
  • 14 Circuito del trasformatore di saldatura e sue modifiche
  • 15 Calcolo del trasformatore di saldatura
  • 16 Differenze e varietà di attrezzature

disegno

Il dispositivo del trasformatore di saldatura è abbastanza semplice.

Molti maestri riescono a assemblare il dispositivo da soli. Il trasformatore con il design più semplice per la saldatrice funziona quando è collegato a una rete monofase. Ha tre elementi principali:

    azionamento magnetico (nucleo); avvolgimento fisso primario; avvolgimento mobile secondario.

L'azionamento magnetico è un elemento in acciaio ferromagnetico con un anello chiuso. L'avvolgimento primario è collegato alla rete e il secondario - a terra e al portaelettrodo. La resistenza del circuito diminuisce, aumenta il loro accoppiamento elettromagnetico.

I design più avanzati incorporano uno starter e altri elementi aggiuntivi.

Principio di funzionamento

Il principio di funzionamento del trasformatore di saldatura consiste nel ridurre gradualmente la tensione a un livello di 60-80 V e allo stesso tempo aumentare la resistenza corrente a 40-500 A.

Lo strumento supporta più spesso corrente alternata durante il funzionamento. Tuttavia, ci sono altre varietà che producono una corrente elettrica costante. Si chiamano raddrizzatori.

Il funzionamento dell'apparecchiatura avviene secondo un unico principio. Quando la tensione è collegata, la corrente alternata scorre attraverso il circuito primario.

Crea un flusso magnetico. In entrambi gli avvolgimenti viene indotta una forza elettromotrice. Può essere correlato al numero di giri dell'avvolgimento.

Ad esempio, il primo avvolgimento ha 100 giri e il secondo - 5. Il rapporto di trasformazione in questo caso è 100: 5 = 20. Se questa apparecchiatura è collegata a una rete domestica, l'uscita avrà una tensione di 220: 20 = 11 V.

Per modificare il carico, i saldatori cambiano il divario dell'unità magnetica.

Con il suo aumento, la corrente diminuisce. E viceversa. Per selezionare il valore di tensione richiesto per la saldatura, viene determinato il numero richiesto di giri dell'avvolgimento secondario.

Elementi composti

Il dispositivo del trasformatore di saldatura consente di abbassare la tensione e aumentare la resistenza corrente per condurre il processo di fusione del metallo.

La definizione di questi indicatori viene effettuata durante la creazione e la configurazione del dispositivo. Per l'implementazione delle funzioni stabilite dall'apparecchiatura, i trasformatori di saldatura includono un determinato set di componenti. Oltre all'azionamento magnetico e ai due avvolgimenti, la struttura comprende:

    vite verticale con filettatura a nastro; maniglia per la sua rotazione; dado; il sistema sospensione (protegge da danni); morsetti per cavi di montaggio e di uscita; alloggiamento con ventilazione bar.

Alcuni trasformatori di saldatura con un valore di corrente variabile possono utilizzare elementi aggiuntivi che facilitano il lavoro del master.

Nodi aggiuntivi

I trasformatori e i raddrizzatori di saldatura trifase e monofase possono avere diversi nodi aggiuntivi. Consentono di migliorare il funzionamento del dispositivo. Tali nodi possono essere:

    condensatori; avvolgimenti secondari aggiuntivi; stabilizzatori di impulsi; regolatori di fase a tiristori.

L'unità è con uno shunt mobile.

La distanza tra gli avvolgimenti non cambia a causa del movimento dell'avvolgimento secondario, ma con l'aiuto di una parte aggiuntiva. Lo shunt cambierà la distanza di sicurezza. Inoltre, la presenza di uno speciale avvolgimento sezionale, organizzato secondo un diverso principio, aiuta a regolare la tensione.

I trasformatori di saldatura industriali o domestici richiedono talvolta resistenza aggiuntiva.

Alla procedura guidata viene data la possibilità di continuare la regolazione. Funzionalità aggiuntive vengono visualizzate senza il processo di riproduzione degli avvolgimenti. Utilizzando un tale dispositivo, il master sarà in grado di saldare fogli di metallo molto sottili o spessi.

La resistenza può essere realizzata sotto forma di un alloggiamento separato. Ha una serie di contattori. Questi elementi impostano il valore di resistenza desiderato.

specie

Il dispositivo e il principio di funzionamento di un trasformatore di saldatura industriale o domestico determinano le sue caratteristiche tecniche. Esistono diversi principi per la classificazione delle apparecchiature. Su appuntamento, vengono assegnati i dispositivi a post singolo e multiplo.

Nel primo caso, il dispositivo è destinato all'uso domestico. È installato su inverter con una potenza di 3-10 kW. La rete domestica non è progettata per l'uso di un apparecchio con una capacità superiore a 10 kW.

Più dispositivi hanno una struttura complessa. Sono utilizzati in dispositivi industriali professionali con una potenza di 10 kW e oltre. Tale dispositivo può servire contemporaneamente più lavori.

In base alla caratteristica della fase, si distinguono un trasformatore di saldatura trifase e uno monofase. Esistono dispositivi che possono passare a diverse tensioni di rete. Le unità monofase (220 V) sono adatte per l'uso domestico, mentre per applicazioni industriali sono necessarie apparecchiature trifase (380 V).

Questo sintomo determina il carico in uscita. Il dispositivo trifase può saldare parti spesse. I modelli monofase non possono farlo.

Tipi di costruzione

Anche la classificazione dei trasformatori di saldatura avviene secondo il principio di progettazione. Esistono tre gruppi principali:

Apparecchiature con dispersione magnetica nominale.

Ha uno starter per regolare la tensione di uscita. Apparecchiature con maggiore dispersione magnetica. Ha una struttura complessa. Include diversi avvolgimenti mobili, uno stabilizzatore di impulsi e un condensatore.

Possono essere presenti anche altri componenti. Tipi di tiristori di trasformatori di saldatura. Hanno un dispositivo regolatore di fase corrispondente. I dispositivi a tiristori sono caratterizzati da un peso relativamente basso.

La classificazione presentata sono dispositivi CA.

Ci sono modelli DC. Hanno grandi dimensioni, un dispositivo più complesso. Hanno un raddrizzatore nella loro composizione.

Tali modelli sono più stabili, più convenienti da usare. Lo scopo del trasformatore di saldatura, che funziona a corrente costante, in questo caso è definito industriale. L'apparecchiatura consente al master di lavorare con metalli non ferrosi e acciaio inossidabile.

Il costo di tali dispositivi è piuttosto elevato. Pertanto, trasformatori di saldatura di questo tipo vengono utilizzati esclusivamente per scopi professionali. Per le esigenze domestiche, i dispositivi CA sono abbastanza adatti.

al minimo

I trasformatori di saldatura funzionano in modalità di carico e al minimo. Nel processo di creazione di una cucitura, un avvolgimento secondario viene chiuso tra l'elettrodo e il pezzo in lavorazione.

L'elettricità scioglie il metallo, collegando le due parti della parte in un'unica struttura. Quando viene creata la cucitura, si apre il circuito secondario. La saldatura è completata, l'unità passa in modalità inattiva.

Le forze elettromotive (EMF) si formano per la prima volta a causa del campo magnetico creato. Sono ulteriormente supportati dalla dispersione. Si diramano dal flusso principale nell'azionamento magnetico.

Gli EMF sono chiusi tra i giri della bobina nello spazio aereo. Formano indicatori di tensione al minimo. È considerato sicuro per la vita di un maestro.

Il minimo è limitato a 48 V. In alcuni modelli, questo valore è aumentato a 70 V. Se la velocità inattiva supera il valore impostato, è necessario applicare un limite automatico.

Spara immediatamente dopo l'interruzione della saldatura. Inoltre, il corpo dell'unità deve essere collegato a terra. Questo aiuta ad aumentare la sicurezza della procedura guidata.

Cosa cercare quando si sceglie?

Quando si scelgono trasformatori di saldatura, è necessario prestare attenzione alle principali caratteristiche tecniche. Questi includono i seguenti:

Tensione di rete.

L'indicatore deve corrispondere al valore specificato dal produttore (220 o 380 V.) Campo di regolazione. Più ampi sono i limiti, maggiori sono le opportunità per il saldatore. È possibile scegliere elettrodi di diverso diametro.

Le varietà domestiche sono caratterizzate da un intervallo di controllo da 50 a 200 A. Corrente nominale. I dispositivi professionali erogano circa 1000 A e i dispositivi domestici - fino a 100 A. Tensione di esercizio. All'uscita del dispositivo per la saldatura ad arco, è necessario determinare un valore nominale di 30-70 V. Durata della saldatura.

L'indicatore determina quanto l'unità può funzionare in modo continuo. I modelli domestici eseguono saldature continue per circa 15-20 minuti, mentre i modelli professionali eseguono diverse ore. Tensione al minimo. L'indicatore non deve superare il confine di 70 V. Consumo energetico.

Più alto è questo indicatore, più efficiente è l'apparecchiatura. Tuttavia, è necessario considerare le capacità della rete domestica. Troppo carico potrebbe essere inaccettabile.

Quando si sceglie, è necessario considerare per quali scopi viene acquistata l'apparecchiatura. In questo caso, si rivelerà l'acquisto di un'unità con prestazioni ottimali a un prezzo accessibile.

Possibili malfunzionamenti

I trasformatori di saldatura possono fallire per diversi motivi. Nella maggior parte dei casi, le riparazioni possono essere eseguite in modo indipendente. Per fare ciò, determinare la causa del guasto.

Molto spesso, l'apparato di saldatura si guasta quando un circuito è in corto. Si verifica tra elementi strutturali. Un corto circuito provoca lo spegnimento del dispositivo.

Per riprendere il funzionamento dell'unità, è necessario smontarla. L'articolo difettoso dovrà essere sostituito. Molto spesso, la morsettiera o l'avvolgimento che passa accanto ad essa diventa la causa di tale guasto.

Il secondo motivo per il guasto del dispositivo è il surriscaldamento.

Si verifica se il valore della tensione è impostato su un valore superiore a quello raccomandato dal produttore. Se si verifica frequentemente un problema simile, il riavvolgimento dovrà essere sostituito parzialmente o completamente. Per questo, viene acquistato un filo con lo stesso diametro di sezione trasversale.

Se durante l'operazione c'è molto rumore, ronzio, dovrai smontare la custodia. Il motivo sta allentando il dado o il bullone. Tutti i collegamenti dovranno essere serrati.

Dopo la riparazione, viene testato il funzionamento dell'apparecchiatura.

Se tutto è in ordine, puoi ricominciare a saldare. Il design dell'unità è semplice e affidabile. Pertanto, guasti e guasti nel suo lavoro raramente compaiono.

Le apparecchiature di saldatura sono ampiamente utilizzate sia dai dilettanti che dai professionisti. Usando un tale dispositivo, è possibile collegare spazi vuoti sottili e spessi, fogli di vari materiali mediante un arco elettrico. A seconda dello scopo e delle condizioni d'uso dell'apparecchiatura, è necessario acquistare un dispositivo con le caratteristiche tecniche richieste.

Di tutti i tipi di apparecchiature industriali, il più comune è un trasformatore di saldatura.

Tale apparato è costituito da diversi nodi chiave ed è in grado di creare una corrente, il cui arco scioglie l'acciaio, e collega i lati del prodotto in un'unica cucitura. L'apparecchiatura è suddivisa in diversi tipi in base alla complessità del design, nonché alla capacità di produrre il valore di tensione richiesto. Qual è il principio di funzionamento del trasformatore di saldatura e del suo dispositivo?

Quali processi fisici avvengono all'interno dell'apparato? In che modo alcuni prodotti possono differire da altri? Il materiale dell'articolo e il video copriranno interamente questi problemi.

Trasformatore di saldatura

Per eseguire la fusione di un metallo con un arco elettrico, è necessario modificare i parametri della corrente consumata dalla rete.

Nell'apparecchio viene aggiornato in modo tale che la tensione diminuisca (V) e la corrente aumenti (A). La saldatura di metallo con questa apparecchiatura è possibile grazie a componenti semplici inclusi nel suo design. La maggior parte dei modelli include:

    circuito magnetico; avvolgimento primario stazionario da filo isolato; un avvolgimento secondario mobile, spesso privo di isolamento, per migliorare il trasferimento di calore; verticale vite filettata; dado e montaggio sull'avvolgimento; maniglia per ruotare la vite; morsetti per la conclusione e il fissaggio di fili; alloggiamento con persiane per raffreddamento.

Alcuni trasformatori di saldatura CA contengono apparecchiature aggiuntive per migliorare il loro funzionamento, che verranno descritte più avanti nella sezione del circuito.

Il dispositivo del trasformatore di saldatura fornisce un circuito magnetico.

Il nucleo non influisce sulla forza attuale, ma contribuisce solo alla formazione di un campo magnetico. Per questo, viene utilizzato un pacchetto di piastre in acciaio speciale. La loro superficie è coperta con isolamento di ossido.

Alcuni modelli sono verniciati. Se il nucleo fosse realizzato in metallo solido, le correnti parassite (correnti di Foucault) ottenute a causa dell'azione del flusso magnetico ridurrebbero l'induzione del campo. A causa dei componenti di composizione, il nucleo non forma un conduttore solido, che riduce l'influenza delle correnti di Foucault.

Per un funzionamento più silenzioso della piastra centrale, è importante serrarla più forte. Una connessione debole porta a vibrazioni dei componenti a causa del passaggio di corrente alternata con una frequenza di 50 Hz. Ma anche un serraggio stretto non elimina tutto il rumore, quindi qualsiasi calcolo del trasformatore di saldatura implica un ronzio, che viene ascoltato nel video sul suo lavoro.

Il principio di funzionamento del trasformatore di saldatura

Il dispositivo, costituito dai suddetti elementi, funziona secondo il seguente principio:

    La tensione dalla rete viene fornita all'avvolgimento primario, in cui si forma un flusso magnetico, che si chiude sul nucleo del dispositivo. Successivamente, la tensione viene trasmessa alla bobina secondaria. Un circuito magnetico creato da materiali ferromagnetici, posizionando entrambi gli avvolgimenti su se stesso, crea un campo magnetico. Il flusso magnetico inducente forma forze elettromotrici variabili (EMF) negli avvolgimenti La differenza nel numero di giri delle bobine consente di modificare la corrente con i valori di V e A necessari per la saldatura. Secondo questi indicatori, viene calcolato il trasformatore di saldatura.

Esiste una relazione diretta tra il numero di giri dell'avvolgimento secondario e la tensione risultante. Se è necessario aumentare la corrente in uscita, la bobina secondaria viene avvolta in quantità maggiori. Il trasformatore di saldatura è di tipo discendente, quindi il numero di giri dell'avvolgimento secondario è molto inferiore rispetto a quello primario.

Il dispositivo e il principio di funzionamento del trasformatore di saldatura è progettato per regolare la forza della corrente in uscita modificando la distanza tra le bobine primaria e secondaria. È per questo che viene fornita la parte mobile della struttura.

In alcuni video, è chiaramente visibile che la rotazione della maniglia e la riduzione reciproca delle bobine porta ad un aumento della corrente di saldatura. La rotazione inversa e la diluizione degli avvolgimenti aiuta a ridurre la resistenza attuale. Ciò è dovuto a un cambiamento nella resistenza magnetica, a seguito del quale un digiuno regolazione della tensione, che consente di selezionare la corrente di saldatura in base allo spessore dell'acciaio e posizione della cucitura.

al minimo

Il trasformatore di saldatura ha due modalità operative: sotto carico e inattivo. Durante la cucitura, l'avvolgimento secondario si chiude tra l'elettrodo e il prodotto.

La potente corrente di saldatura consente di fondere il metallo e formare una connessione affidabile. Ma al termine della saldatura, si apre il circuito secondario. E il dispositivo passa in modalità inattiva.

Le forze elettromotive nella bobina primaria sono di doppia origine.

I primi si formano a causa del flusso magnetico funzionante e i secondi per dispersione. Questi EMF vengono creati ramificando dal flusso principale nel circuito magnetico e chiudendosi tra le spire della bobina attraverso l'aria. Sono loro che formano il valore della corrente aperta.

Il minimo deve essere sicuro per il saldatore e limitato a 48 V. Alcuni modelli hanno un valore valido di 60-70 V.

Se l'EMF dal flusso di dispersione supera questi valori, viene impostato un limitatore automatico di questo valore. Dovrebbe sparare meno di un secondo dopo aver rotto il circuito e fermato la saldatura. Per una protezione aggiuntiva del saldatore, l'involucro dell'apparecchio è sempre collegato a terra in modo che la tensione che si alza sull'involucro, a causa del danneggiamento dell'isolamento dell'avvolgimento primario, passi attraverso il corpo umano e vada a terra.

Circuito del trasformatore di saldatura e sue modifiche

Oltre ai dispositivi standard per il cambio di corrente, il trasformatore di saldatura può contenere alcuni nodi di miglioramento. Gli schemi di questa apparecchiatura possono essere integrati:

    diversi avvolgimenti secondari; condensatori; stabilizzatori di impulsi; regolatori di fase a tiristori.

Inoltre, viene aggiunta una resistenza al circuito del trasformatore, progettata per continuare a regolare la forza corrente laddove la diluizione degli avvolgimenti non dà il risultato desiderato. Ciò è richiesto quando si lavora con metallo sottile o modelli di equipaggiamento molto potenti. La resistenza può essere sotto forma di un alloggiamento separato con una serie di contattori che specificano un valore specifico di Ohm, attraverso che passerà corrente dall'avvolgimento secondario o da una molla convenzionale in acciaio ad alto tenore di carbonio, collegata a cavo di massa.

Calcolo del trasformatore di saldatura

Diversi tipi di saldatura richiedono trasformatori di diverse capacità. Il calcolo principale si basa sulla differenza tra i giri dell'avvolgimento tra le bobine primaria e secondaria.

Per i dispositivi step-down, si applica la regola che se la tensione in uscita deve essere ridotta di 10 o 100 volte, il numero di giri sulla bobina secondaria dovrebbe essere inferiore a 10 o 100. Questo valore ha un errore del 3%. La stessa regola si applica nella direzione opposta.

Ogni dispositivo di questo tipo ha il proprio rapporto di trasformazione.

Questo valore (n) mostra il ridimensionamento della corrente durante il passaggio da primario (i1) a secondario (i2). Il calcolo è il seguente: n = i1 / i2. Sulla base di questo, è possibile creare un dispositivo adatto a tipi specifici di saldatura.

Differenze e varietà di attrezzature

I tipi di trasformatori di saldatura sono divisi in base allo scopo previsto. Variano in:

Peso e dimensioni

Da quelli compatti con spallacci a quelli grandi che possono essere spostati su ruote o con un paranco; Tensione inattiva da 48 V a 70 V. Corrente da 50 a 400 A. Nelle grandi aziende manifatturiere, ci sono modelli con un indicatore di 1000 A. Il consumo attuale e il numero di fasi è 220-380 V. Versioni monofase e trifase. Alimentazione a impulsi o continua. Possibilità di lavorare con diversi diametri di elettrodi, da 2 a 6 mm.

La saldatura del trasformatore è un modo semplice per ottenere una connessione solida. È adatto per il montaggio di recinzioni, tubi di saldatura, creazione di telai per scaffali per perni. Il rombo pubblicato dall'apparato e le fessure dell'arco di saldatura introducono un certo disagio nell'uso del dispositivo.

I trasformatori di saldatura sono convenienti nei negozi e facili da montare a casa. Il loro principio di funzionamento è semplice e il funzionamento del dispositivo in video aiuta a comprendere le basi della gestione dell'unità. La qualità della cucitura rimane ad un livello elevato, quindi sono ampiamente utilizzati nella vita di tutti i giorni e nel campo industriale.

Condividi con gli amici

3011

I trasformatori di saldatura sono utilizzati per la saldatura elettrica a contatto e ad arco. Il cortocircuito dell'avvolgimento secondario del trasformatore è una normale modalità di funzionamento nella saldatura a resistenza (quando gli elettrodi sono in contatto) e spesso si verifica durante la saldatura ad arco. Lo schema del trasformatore di saldatura. Per limitare le correnti di corto circuito, i trasformatori di saldatura sono costruiti con una grande resistenza induttiva e un fattore di potenza relativamente basso. Un aumento dell'induttanza degli avvolgimenti del trasformatore di saldatura può essere ottenuto utilizzando progettazione speciale degli avvolgimenti o inclusione di induttanza aggiuntiva nel circuito secondario (o primario) avvolgimento.

Un aumento delle resistenze induttive degli avvolgimenti nel trasformatore stesso si ottiene aumentando i flussi di dispersione, perché gli avvolgimenti del trasformatore sono posizionati su diverse aste del circuito magnetico o in vari punti in altezza l'asta. Figura 1 Schema del dispositivo e principio di funzionamento dei trasformatori di saldatura. L'inclusione di shunt magnetici nel circuito magnetico (Fig. 1a) aumenta notevolmente anche i flussi di dissipazione e la resistenza induttiva degli avvolgimenti del trasformatore.

I trasformatori di saldatura a resistenza sono realizzati con un avvolgimento secondario costituito da un giro, la cui tensione di solito non supera i 14 V. Per regolare la corrente che scorre attraverso la parte saldata, l'avvolgimento primario del trasformatore di saldatura ha diverse conclusioni, la cui commutazione consente di modificare il numero di giri dell'avvolgimento. Attualmente, i trasformatori di saldatura progettati per la saldatura ad arco elettrico sono i più utilizzati. Tali trasformatori sono costruiti su una tensione secondaria di 60-70 V (tensione di accensione dell'arco). Una caratteristica di questi trasformatori è un funzionamento intermittente con transizioni brusche da inattivo a corto circuito e indietro. Per una combustione ad arco stabile e continuo, sono necessarie lievi variazioni di corrente e induttanza significativa nel circuito di saldatura. Per regolare la corrente nel circuito di saldatura, una bobina induttiva con un circuito magnetico in acciaio è collegata in serie con l'avvolgimento secondario del trasformatore (Fig.

1b) L'entità della corrente di saldatura dipende dal diametro dell'elettrodo ed è regolata dalla reattanza della bobina induttiva, che dipende dalla dimensione del traferro A. Un aumento del traferro nel circuito magnetico della bobina induttiva provoca una diminuzione della sua reattanza, a seguito della quale aumenta la corrente nel circuito di saldatura. A volte le bobine induttive sono combinate con un trasformatore di saldatura. Condividi questo utile articolo:

fonti:

  • industrika.ru
  • protransformatory.ru
  • svarkalegko.com
  • fazaa.ru
Instagram viewer